Privacy, il caso Weople arriva sul tavolo dell’Ue
Il Garante per la privacy, Antonello Soro, ha chiesto all’Edpb di pronunciarsi sulla compatibilità tra Weople, l’app che acquista i dati personali dei clienti, e il Regolamento europeo per la privacy Weople, l’app che acquista i dati personali dei propri clienti, è diventata ormai un caso. Il Garante per la privacy, Antonello Soro, ha chiesto l’intervento dell’Unione europea per stabilire se Weople rispetta o meno il GDPR. Weople è un app che si propone di acquisire i dati personali dei clienti promettendo loro “fino al 90% dell’utile generato con gli stessi”. La società italiana che gestisce l’app funge da intermediaria tra le aziende e gli utenti e chiede, su delega di quest’ultimi, di ottenere le informazioni personali custodite presso grandi imprese allo scopo di riunirle e gestirle all’interno della propria banca dati. Tuttavia, l’offerta di Weople ha sollevato diverse perplessità in materia di privacy, in particolare a seguito di alcune segnalazioni da parte di imprese della grande distribuzione che avevano ricevuto dalla stessa richieste di fornire i dati personali e di consumo dei propri clienti. In questi giorni, il Garante per la privacy ha chiesto al Comitato europeo per la protezione dei dati personali (Edpb), che riunisce tutti i garanti Leggi di più

StopSecretEventi >>
I prossimi appuntamenti

StopSecretNewsletter
Rimani sempre informato




Editoriali >>
Cosimo Cordaro

L’omicidio di Roma: complessità di un’indagine e importanza delle scienze forensi

Il caso del Carabiniere Mario Cerciello Rega, al centro delle cronache estive, dimostra come, anche di fronte a una confessione, può rendersi necessario ricorrere ad approfondimenti legati a discipline e tecniche specifiche.... leggi tutto

Sicurezza, in Italia oltre 500 furti al giorno
Nonostante il calo dei furti nelle abitazioni, l’allerta rimane alta: la maggior parte delle famiglie sceglie i sistemi di sicurezza privata per evitare di ritrovare la casa vuota Furti in abitazione in calo, ma lo stato d’allerta rimane alto, soprattutto nel periodo estivo quando le famiglie vanno in vacanza. In Italia, ogni giorno, avvengono una media di 500 furti: è quanto emerso dal rapporto elaborato da Uecoop (Unione europea delle cooperative) su dati Istat. Per 500 furti giornalieri s’intende soltanto quelli che vengono denunciati, di questi solo tre denunce su cento vanno a buon fine. Il Nord è l’area più colpita dai ladri, con 15,2 famiglie vittime ogni 1.000, mentre il Sud ne conta 9,4. La paura di subire un furto in casa coinvolge circa il 60% degli italiani. Perciò, per evitare di ritrovarsi la casa svaligiata al rientro dalle ferie, o semplicemente da una giornata di lavoro, i cittadini hanno deciso di investire cospicue risorse nei sistemi di sicurezza privata. Secondo il Censis, il 66,5% delle famiglie italiane ha installato una porta blindata in casa, il 42% un sistema d’allarme, mentre il 33,5% inferriate a porte e/o finestre. Infine, il 31% dei cittadini ha istallato infissi e vetri anti-intrusione Leggi di più

Frodi creditizie: + 27.000 casi per un danno stimato che supera i 135 milioni di Euro
Le frodi creditizie realizzate mediante furto di identità continuano ad avere una forte incidenza sul settore del credito al consumo in Italia. Infatti, i dati relativi al 2018 contenuti nella 28^ edizione dell’Osservatorio CRIF – Mister Credit sui Furti di identità e le Frodi Creditizie mettono in evidenza oltre 27.000 casi, con un importo medio pari a circa 5.000 Euro. Leggi di più
I componenti della giuria degli Investigation & Forensic Awards, terza edizione
Sono aperte da una settimana le candidature per la manifestazione che coinvolge tutto il settore delle scienze forensi e che quest’anno si terrà a Milano presso l’Hotel Meliá il 21 novembre 2019. Come ogni anno e per il terzo anno di fila, StopSecret organizza gli Investigation & Forenisc Awards, la cena di gala esclusiva dedicata ai professionisti delle scienze forensi Leggi di più

stopsecret tv media interviste filmati youtubeGli ultimi video

Prima pagina

GDPR, il punto della situazione a un anno di distanza
Il 24 luglio scorso la Commissione Ue ha pubblicato la relazione sull’impatto del GDPR negli Stati membri a un anno dalla sua attuazione: bene le aziende, cresce la consapevolezza tra i cittadini Il Regolamento europeo per la protezione dei dati personali è entrato in vigore il 25 maggio 2018. A poco più di un anno di distanza, l’Ue ha tirato Leggi di più
Hoist Finance in Italia: l’acquisizione di Maran e non solo. L’intervista a Clemente Reale
StopSecret Magazine ha intervistato Clemente Reale, Country Manager di Hoist Finance in Italia, chiedendogli dei dettagli riguardo all’interesse della società svedese per il mercato italiano. Hoist Finance è una società svedese attiva nella ristrutturazione del debito per banche e istituzioni finanziarie internazionali e specializzata nell’acquisto e nella gestione di crediti performing e non-performing. Nel 2014 ... Leggi tuttoHoist Finance in Leggi di più
Fiuto, passione e competenze: ecco come si diventa Digital Forenser
La digital forensics è una disciplina che richiede abilità e competenze specifiche: ce ne ha parlato Fabio Massa esperto e consulente di informatica forense e Presidente dell’ANGIF Con l’ingresso della tecnologia nella quotidianità di tutti i giorni, il mondo del lavoro ha visto nascere nuove professioni ed altre evolversi. È il caso dell’informatico forense o digital forenser. Il suo è Leggi di più
Privacy, il segreto professionale nelle indagini difensive
Con la pubblicazione delle “Regole deontologiche”, il Garante per la privacy ha stabilito i confini per investigatori e avvocati in merito al trattamento dei dati personali dei propri assistiti Il rapporto di fiducia tra investigatore privato o avvocato e il proprio cliente è veicolato dalla segretezza a riguardo di informazioni estremamente riservate, che coinvolgono l’interessato o terzi, destinate alle indagini Leggi di più

stopsecret eventi seminari workshot serate awards

Le ultime notizie pubblicate