StopSecret



Adeguamento privacy: il 70% delle aziende europee è in ritardo
A distanza di oltre tre mesi, una ricerca di Talend rivela che solo 3 imprese su 10 in Europa risultano conformi con il nuovo GDPR Secondo uno studio pubblicato da Talend, compagnia statunitense specializzata in integrazione dati tramite soluzioni cloud, il 70% delle aziende europee non è conforme al GDPR, il nuovo regolamento Ue in materia di privacy. La ricerca, condotta tra il 1° giugno e il 3 settembre 2018, ha coinvolto 103 aziende con sede o operanti in Europa in vari settori, tra cui retail, media, tecnologia, settore pubblico, finance e viaggi. Dai dati raccolti, è emerso che soltanto tre imprese su dieci sono riuscite a fornire agli utenti una copia dei loro dati personali nei tempi necessari. Un numero a dir poco allarmante, che fornisce un quadro piuttosto completo sulla difficoltà delle aziende europee di recepire la nuova direttiva sulla privacy. Entrando nello specifico, dal punto di vista settoriale, a riportare i dati peggiori è stato il comparto del retail: il 76% delle aziende di vendita al dettaglio risulta ancora non conforme alle linee guida del nuovo GDPR. Non va comunque meglio nemmeno per le imprese con le migliori performance, quelle dei servizi finanziari, dove un’azienda su due Read more.

StopSecretEventi >>
I prossimi appuntamenti

StopSecretNewsletter
Rimani sempre informato




Editoriali >>

Investigatore: ma dove vai, se il tesserino non ce l’hai?

Si torna al lavoro, dopo le vacanze, anche quest’anno senza la tessera ufficiale che gli operatori delle investigazioni richiedono da anni. Le Istituzioni sono d’accordo, sulla carta, da un pezzo. Ma è ora di mettersi al... leggi tutto

Un anno in Unirec: l’intervista a Michela De Marchi, Segretario generale
Sono trascorsi quasi 12 mesi dall'elezione della Dott.ssa Michela de Marchi come Segretario generale di UNIREC, Unione Nazionale Imprese a Tutela del Credito. StopSecret Magazine ha raccolto le riflessioni e le osservazione della Dott.ssa De Marchi in un'intervista ad hoc. Qual è lo scenario del mondo del recupero crediti oggi? Il settore del recupero crediti rappresenta oggi un ambito strategico per lo sviluppo del nostro Paese, sia in termini di crescita che di occupazione. Il settore, posto di fronte alle sfide della recente crisi economica, vive oggi una fase di trasformazione e cambiamento: l’aumento dei volumi e delle masse di crediti da gestire, la loro tipologia, renderà sempre più essenziale garantire alti standard qualitativi e dunque avere profili professionali specializzati nella gestione dei crediti più complessi. Stando agli ultimi dati dell’VIII Rapporto UNIREC sui servizi a tutela del credito, nel 2017 dalle 211 imprese associate ad UNIREC sono state gestite circa 35 milioni di pratiche, con un recupero complessivo di oltre 12 milioni, pari al 34%. A livello di importi, nello stesso anno i crediti affidati sono stati pari a 71,4 miliardi di euro, di cui sono stati recuperati 7,5 miliardi di euro. Nella costante crescita degli importi complessivi affidati Read more.

Come salvaguardare la scena del crimine? La parola agli esperti
Il saggio di Luciano Garofano e Cristina Brondoni rappresenta una novità assoluta nel panorama manualistico italiano ed è fortemente indirizzato a chi presta opera di primo soccorso nel caso di un delitto Come salvaguardare la scena del crimine? Ce lo spiegano Luciano Garofano e Cristina Brondoni nel loro nuovo libro intitolato “Il soccorritore sulla scena del crimine”, primo manuale in Read more.
Segreto commerciale: perché rivolgersi a un investigatore privato
Per proteggere il know-how aziendale da attacchi informatici, concorrenti sleali e dipendenti infedeli, rivolgersi a una società di investigazioni private, può rappresentare la soluzione migliore per prevenire danni economici ingenti Il know-how aziendale, o segreto commerciale, rappresenta il valore aggiunto per un'impresa, che le consente di fatto di differenziarsi, e magari imporsi, sui propri concorrenti. Considerata l’accesa competitività e gli Read more.

stopsecret tv media interviste filmati youtubeGli ultimi video

Prima pagina

Npl, il report di Kpmg sulle banche italiane
La società di consulenza con sede in Olanda fa il punto sulla situazione dei non performing loans nel sistema bancario italiano, guardando anche alle prossime importanti sfide che lo attendono I dati che emergono dall’ultimo report di Kpmg sulle banche italiane mostrano che dal 2012 il volume delle cartolarizzazioni di Npl è più che raddoppiato. Gli istituti bancari d’Italia più Read more.
Digitalizzazione e pagamenti: Hera si accorda con MyBank e CBILL
Prosegue il processo di digitalizzazione dei servizi da parte della multiutility, che amplia il ventaglio di modalità di pagamento a disposizione dei clienti. I due sistemi garantiranno transazioni più rapide e una maggiore prevenzione da potenziali rischi Migliorare la user experience dei propri clienti ampliando l’offerta di servizi a disposizione. È questo l’obiettivo dei nuovi accordi sottoscritti dal Gruppo Hera Read more.
Npl, sì della Commissione Ue per il rinnovo della Gacs
Il 31 agosto 2018 la Commissione Ue ha approvato la proroga della garanzia pubblica per la tranche senior sulle cartolarizzazioni degli Npl per altri 6 mesi. Il termine ultimo per la Gacs infatti era stato fissato per il 6 settembre di quest’anno. Da quanto si evince dal comunicato dell’esecutivo europeo, la nuova data di scadenza è il 7 marzo 2019. Read more.
IBL BANCA: novità ai vertici
Piertommaso De Giorgi è stato nominato responsabile della Direzione Crediti. Nel suo ruolo, si dedicherà anche al percorso di sviluppo della banca nel settore degli NPL, avviato con la joint venture con Europa Factor e finalizzato all’acquisto e alla gestione di portafogli di NPL originati nel settore bancario. IBL Banca, leader nel settore dei finanziamenti tramite cessione del quinto dello Read more.

stopsecret eventi seminari workshot serate awards

Le ultime notizie pubblicate