StopSecret



Privacy: modalità semplificate grazie al decreto GDPR
E' stato approvato nella serata dell’8 agosto 2018 dal Consiglio dei Ministri, l’atteso decreto legislativo di armonizzazione del Codice Privacy (d.lgs. n. 196/2003) e delle altre leggi dello Stato al GDPR, il Regolamento europeo generale sulla protezione dei dati personali (Reg. n. 679/2016). Il GDPR è stato approvato ed è entrato in vigore ormai dal 2016, ma i suoi effetti sono rimasti sospesi fino al 25 maggio 2018, data a partire dalla quale il Regolamento europeo ha trovato piena e definitiva applicazione. Nella serata dell'8 agosto 2018 il Consiglio dei Ministri ha approvato lo schema di decreto legislativo recante le disposizioni per l'adeguamento della normativa nazionale al Regolamento europeo Privacy che, come si sa, lasciava in diversi punti delle deleghe, facoltative, al fine che ogni nazione potesse evitare di stravolgere delle normative naturalmente diverse per ogni paese. A quanto pare il decreto legislativo prevede una prima fase improntata alla collaborazione con le imprese in difficoltà nell’implementazione del nuovo regolamento europeo sulla data protection e delle semplificazioni per gli adempimenti a carico delle realtà piccole o medie, in special modo per le PMI. Il GDPR non verrà modificato, pertanto la norma europea resterà quella che è. Tuttavia, la norma delegata sembrerebbe Read more.

StopSecretEventi >>
I prossimi appuntamenti

StopSecretNewsletter
Rimani sempre informato




Editoriali >>
Cosimo Cordaro

Manifestazioni e security: prove d’insicurezza volontaria

Fa discutere e preoccupa la circolare del Viminale che esclude dalla sicurezza in occasione di eventi gli operatori professionali, in favore delle libere associazioni di volontariato.Non abbiamo niente contro il volo... leggi tutto

Npl, -50 miliardi nel prossimo triennio
Secondo il rapporto Afo dell’Abi, tra il 2018 e il 2020 il volume di crediti deteriorati si ridurrà del 40% rispetto a fine 2017 Nel prossimo triennio il volume dei crediti deteriorati in pancia alle banche italiane di ridurrà di circa il 40% rispetto a dicembre 2017, per un valore stimato che si aggira intorno ai 50 miliardi di euro. E' quanto emerso dal rapporto Afo dell’Abi (Associazione bancaria italiana) che tiene in considerazione anche l’ingente mole di Npl in attesa di essere ceduto. Secondo lo studio, tra 2019 e 2020 il volume delle cartolarizzazioni delle sofferenze bancarie dovrebbe invece ridursi, collocandosi su una media annua di 25 miliardi. La riduzione sarebbe diffusa tra tutte le categorie, ma particolarmente intensa per le imprese (-46% nel triennio). Dallo studio dell’Abi emergono inoltre segnali confortanti per quanto riguarda l’accesso al credito. Si stima che i prestiti ai residenti dovrebbero aumentare ad un tasso medio annuo del 2,4%. L'Associazione bancaria prevede anche una sensibile ripresa nella dinamica dei prestiti alle imprese, il cui tasso di variazione annuale tra il 2018 e il 2020 salirebbe del 2,5% a fronte dei valori sostanzialmente nulli del 2017. La crescita del credito alle famiglie invece dovrebbe attestarsi Read more.

Sicurezza, speranza per il futuro: incontro tra AISS, Federpol, FederSicurezza e Molteni
Le tre principali associazioni di categoria del comparto della sicurezza privata sono state ricevute ieri, presso il Viminale, dal Sottosegretario all’Interno Nicola Molteni. Un incontro che nasce dal “pretesto” della recente Circolare ministeriale del 18 luglio scorso, che modifica la ben nota Circolare Gabrielli, ma con l’auspicio, più a lungo termine, di avviare un tavolo tecnico permanente tra le parti. Read more.
Business information, il braccio destro per le aziende
Ad oggi in Italia, le maggiori criticità che affliggono le aziende riguardano la difficoltà di accesso al credito e contemporaneamente il ritardo nei pagamenti di clienti o fornitori. I dati attuali rivelano che oltre la metà delle imprese italiane non è puntuale nei pagamenti delle fatture; tra queste il 7% paga le fatture con oltre due mesi di ritardo. Per Read more.

stopsecret tv media interviste filmati youtubeGli ultimi video

Prima pagina

Privacy, i consigli per l’estate del Garante
Al fine di tutelare la privacy anche durante le vacanze estive, il Garante ha pubblicato sul proprio sito istituzionali un breve vademecum, una serie di informazioni utili e suggerimenti per i cittadini. Si tratta di consigli che l’Autorità ha pensato di mettere nero su bianco per evitare che durante l’estate i cittadini possano cadere vittima di attacchi cyber o, attraverso Read more.
Estate sicura, spiagge e locali notturni controllati dai vigilantes
Anche nel 2018 i Comuni delle più note località balneari si sono affidate alla vigilanza privata per garantire ai cittadini e ai vacanzieri un’estate all’insegna della sicurezza Come per l’estate scorsa, anche nel 2018, i Comuni noti per essere meta privilegiata per le vacanze estive si sono attrezzati per garantire ai propri cittadini e ai turisti un’estate sicura. A fianco Read more.
Npl, le opportunità legate al turismo
I crediti deteriorati del settore turistico-alberghiero rappresentano il 9% circa del volume totale delle sofferenze bancarie. A settembre a Milano l’incontro su Npl e turismo Nel 2017 il volume dei crediti deteriorati nel settore bancario ha raggiunto un valore pari a 264 miliardi di euro. Del totale degli Npl, le sofferenze legate alle strutture ricettive rappresentano il 4%, mentre il Read more.
Vigilanza privata frenata dalla burocrazia
Il comparto della sicurezza privata lancia un appello al Governo: la burocrazia rischia di lasciare a piedi i lavoratori Il settore della vigilanza privata protesta per gli inutili e dispendiosi passaggi burocratici che rischiano mi mettere sulla strada i lavoratori. È quanto è stato discusso nei giorni scorsi in un incontro tenutosi a Roma tra le organizzazioni sindacali e datoriali Read more.

stopsecret eventi seminari workshot serate awards

Le ultime notizie pubblicate