Discipline forensi, un anno (e un film) da vere star
Il regista Peter Jackson, nella pellicola-documentario They shall never grow old, ridà voce ai soldati della Prima Guerra Mondiale, a partire dai filmati d’epoca, con l’aiuto di esperti forensi. Studio e innovazione: per le scienze ausiliarie dell’investigazione si aprono set inediti. Buon anno a tutti, belli e brutti, si diceva una volta. Noi aggiungiamo: anche a hobbit, nani ed elfi. Perché? Lo capirete proseguendo con la lettura. Primo editoriale del 2019, leggero, beneaugurante e un po’ fuori dalle righe. Vi raccontiamo una storia. Va da sé, l’avrete già intuito, una storia fantastica. Il racconto comincia nelle settimane conclusive dell’anno passato: il 2018 era, speriamo nessuno l’abbia già dimenticato, il centenario dell’ultimo anno nella Grande Guerra. Non l’ha scordato Peter Jackson, che per l’occasione ha immaginato e realizzato un progetto capace di cambiare gli standard della ricostruzione storica contemporanea. Chi è Peter Jackson? Lo spieghiamo ai più distratti di voi: si tratta del barbuto e talentuoso regista neozelandese oversize, reso celebre da un primo “miracolo” cinematografico. Ovvero riuscire a trarre un film convincente dalla sterminata e complessa trama de Il Signore degli Anelli, il capolavoro fantasy dello scrittore J. R. R. Tolkien (in effetti si trattava di tre pellicole, e in Read more.

StopSecretEventi >>
I prossimi appuntamenti

StopSecretNewsletter
Rimani sempre informato




Investigation & Forensic Awards 2018, festa di eccellenze e di ricerca, pensando a domani
I premi di StopSecret per gli investigatori e gli esperti forensi hanno fotografato un intero settore d’eccellenza e l’affermazione delle discipline specialistiche avanzate. Con la fine dell’anno, s’intravede il ritratto dell’investigatore futuro. Ultima chiacchierata dell’anno e aria di festa. Cene di gala e ricchi premi durante, dopo e soprattutto prima, nel nostro caso. Eh sì, perché senza nulla togliere alle libagioni e ai prosit di buona fine e buon inizio, a cui noi della redazione non ci sottrarremo di sicuro, StopSecret la sua serata di gloria e celebrazione l’ha già avuta, piuttosto di recente. Ed è stata festa vera. Ci riferiamo naturalmente, alla seconda edizione degli Investigation and Forensic Awards – o meglio al suo appuntamento conclusivo, con l’assegnazione dei riconoscimenti, svoltasi il 28 novembre in quel di Milano, al Novotel Linate. Festa di contenuti e di riflessioni, appuntamento che, oltre a gratificare il meglio del settore nell’anno, ancor più nel 2018 che nel 2017, ha segnato il progredire e lo stato dell’arte nell’affascinante e complesso mondo delle indagini, investigazioni, sicurezza & co. E, proprio da questa constatazione, partono le due brevi riflessioni che teniamo a condurre in questa sede, senza annoiarvi con l’elenco dei premi, l’appello dei presenti, illustri Read more.

Se mi registri non vale? Call recording, più libertà, ma solo se sostenibile
Recupero del credito e call recording: uno strumento cruciale, oggi spuntato. Meglio un’informativa che il consenso esplicito. Ma i piccoli operatori debbono poter scegliere, per poter sostenere costi e tecnologie. Viviamo nel Paese delle intercettazioni e delle registrazioni. Siamo certi non sia sfuggito a nessuno lo “spettacolo” degli ultimi anni, con intere stagioni politico-giudiziarie segnate dall’utilizzo processuale e mediatico di Read more.
NPL, dalle banche ai servicer. È la “Rivoluzione industriale” del credito?
L’NPL Meeting di Banca IFIS, a Venezia ha certificato, oltre al buon andamento del mercato, l’imporsi dei grandi servicer, per una gestione high performance dei portafogli. Un tiepido settembre, che al Lido di Venezia debutta con la Mostra del Cinema, si conclude nello stesso luogo con una trama davvero “Hot”: quella dei crediti deteriorati. O meglio con un nuovo importante Read more.

Notizie in prima pagina di Editoriale del direttore

Investigatore: ma dove vai, se il tesserino non ce l’hai?
Si torna al lavoro, dopo le vacanze, anche quest’anno senza la tessera ufficiale che gli operatori delle investigazioni richiedono da anni. Le Istituzioni sono d’accordo, sulla carta, da un pezzo. Ma è ora di mettersi al lavoro e realizzarla. L’estate sta finendo e un anno se ne va… senza che gli investigatori privati possano contare su un tesserino uniforme e Read more.
Manifestazioni e security: prove d’insicurezza volontaria
Fa discutere e preoccupa la circolare del Viminale che esclude dalla sicurezza in occasione di eventi gli operatori professionali, in favore delle libere associazioni di volontariato. Non abbiamo niente contro il volontariato. Anzi. I volontari costituiscono una struttura portante del sistema-Italia. Fanno, spesso, ciò che lo Stato non fa. Arrivano, sovente, dove la mano pubblica non riesce a giungere. E Read more.
Dal Governo del Cambiamento ci aspettiamo cambiamenti. In meglio.
Più dignità per gli operatori della sicurezza, accesso alle banche dati della PA per gli investigatori, riforma e collaborazione con il settore pubblico per la gestione del credito Chiediamo troppo? Non crediamo: a chi si presenta come il Governo del Cambiamento – con relativo Parlamento – chiediamo di cambiare. Le regole, quando sono vecchie, farraginose, ... Leggi tuttoDal Governo del Read more.
Unirec, a vent’anni matura per dare ancora più carica al settore.
A vent’anni si dovrebbe essere giovani e forti, ma abbastanza maturi per affrontare il mondo con intelligenza e decisione. Con coraggio ormai depurato dall’avventatezza dell’adolescenza. Se è vera per le persone, la constatazione vale ancor più per enti, società, aziende e associazioni. Per queste “persone giuridiche” il ventennale segna un'autentica maturità; spesso il semplice arrivarci, specie in tempi ardui, è Read more.

stopsecret eventi seminari workshot serate awards

Archivio notizie di Editoriale del direttore