Credito, il mercato del Fintech cresce del 9% annuo


a cura di Redazione
segreteria di redazione

Nonostante la pandemia da covid19 abbia messo in ginocchio diversi settori, il Fintech continua a crescere: previsti 290 miliardi di dollari di transazioni entro fine anno


La crisi economica che ha colpito il settore del credito, banche comprese, ha appena sfiorato il comparto del Fintech che continua a macinare numeri impressionanti. Secondo un recente studio di AksjeBloggen, il settore cresce del 9,1% annuo e a fine anno il mercato dei prestiti raggiungerà quota 291,4 miliardi di dollari. La stima da qui al 2024 del volume delle transazioni è destinata a salire fino a raggiungere i 396,8 miliardi. Negli ultimi tre anni il valore di mercato del Fintech è aumentato del 60%, da 181,2 miliardi nel 2017 a 290 e rotti nel 2020. Un balzo in avanti impressionante, a dimostrazione che il settore della finanza digitale sta via via sostituendo l’intermediazione bancaria ed è in grado di offrire vantaggi rilevanti in termine di interessi sia al richiedente del prestito che al finanziatore.

Allo stato attuale ad usare le piattaforme online di credito sono prevalentemente le aziende. Stando all’analisi di AksjeBloggen, il volume di transazioni tra aziende nel 2020 si attesterà intorno ai 206,1 miliardi di dollari. In prospettiva, entro la fine del 2024 il prestito tra imprese tramite il fintech potrebbe arrivare a circa 297,6 miliardi. Inferiore di 2,4 punti percentuali invece il mercato dei prestiti online tra privati, che secondo le stime attuali dovrebbe arrivare a 85,3 miliardi entro la fine dell’anno. La previsione sul 2024 è invece di 99,2 miliardi di transazioni.

Al primo posto nella lista dei paesi del mondo in cui il Fintech è più utilizzato compare la Cina con 251,8 miliardi di dollari di transazioni previste entro la fine del 2020. Al secondo posto gli Stati Uniti, con 27,5 miliardi di transazioni, un volume nove volte inferiore rispetto a quello della Cina. Seguono il Regno Unito con 3,9 miliardi e la Svizzera con 1,3 miliardi. Secondo le previsioni, al crescere dei volumi aumenteranno anche gli accordi di prestiti. Negli ultimi tre anni infatti il numero delle stipule è aumentato del 30%, da 56 milioni a 72,8 milioni, fino a toccare quota 91,1 milioni nel 2024.


StopSecretEventi >>
I prossimi appuntamenti

StopSecretNewsletter
Rimani sempre informato





stopsecret tv media interviste filmati youtubeGli ultimi video


stopsecret eventi seminari workshot serate awards