Investigazioni: cresce lo spionaggio industriale, come tutelarsi?


a cura di Redazione
segreteria di redazione

Che provenga dal web o dal collega di scrivania, lo spionaggio industriale incombe sulle aziende pubbliche e private: per difendersi è necessario rivolgersi ad un professionista in materia

Anche in una situazione di blocco produttivo e crisi sanitaria dovuta all’emergenza coronavirus, i criminali non cessano la propria attività, utilizzando per lo più la Rete per compiere furti di informazioni personali e sensibili. Non a caso, in queste settimane, privati, aziende ed enti pubblici sono stati colpiti da numerosi attacchi hacker con finalità diverse. Nello specifico, i dati che spaventano di più si rifanno allo spionaggio industriale (cyber spionaggio se compiuto attraverso il web) che secondo il recente Rapporto Clusit e la Relazione del Dis – Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza -, utilizza “tecniche sempre più complesse e pericolose”.

L’obiettivo di questo reato è solitamente quello dell’estorsione. Le informazioni riservate e i segreti commerciali vengono sottratti illegalmente a un’azienda che per riaverli è costretta a pagarne il riscatto. Altresì, i dati vengono rubati anche per essere rivenduti a terzi, a un’azienda competitor ad esempio, che in questo modo verrebbe a conoscenza del know-how e di informazioni cruciali della propria rivale. In ogni caso, un’impresa che subisce il furto di materiale riservato (brevetti, elenco clienti, formule, etc.) va incontro da un grave danno, sia in termini economici, che d’immagine e affidabilità. I pericoli inoltre non provengono solo dal web. È piuttosto nutrita la lista di reati compiuti direttamente dagli stessi dipendenti, talvolta anche dirigenti, che si appropriano illegalmente dei dati dell’azienda per cui lavorano per rivenderli a una concorrente o a una dove andranno a lavorare in seguito.

Così, al fine di tutelare il proprio patrimonio, le imprese e le pubbliche amministrazioni hanno iniziato a rivolgersi con maggior frequenza alle società d’investigazione privata. Gli investigatori privati possono effettuare verifiche su casi sospetti, attraverso dispositivi tecnologici all’avanguardia possono effettuare bonifiche ambientali, indagini digitali forensi, valutare con i tecnici strumenti di cybersecurity interna. Infine, nel caso in cui venga rintracciato un colpevole, il materiale reperito dal detective (foto, video, evidenze digitali, etc.) insieme alla relazione finale e alla sua testimonianza fungeranno da prova del reato in sede di giudizio.

StopSecretEventi >>
I prossimi appuntamenti

StopSecretNewsletter
Rimani sempre informato





stopsecret tv media interviste filmati youtubeGli ultimi video


stopsecret eventi seminari workshot serate awards