Investigazioni, quando la tecnologia viene incontro al detective


a cura di Redazione
segreteria di redazione

L’OSINT costituisce un’attività importante in corso di indagine, da affiancare a quelle tradizionali come gli appostamenti e i pedinamenti

echo adrotate_group(48);

Il sistema OSINT, Open Source Intelligence, sta via via soppiantando il sistema HUMINT nell’acquisizione di informazioni durante un’indagine. Se da un lato HUMNIT, Human Intelligence, è una metodologia che si basa sul reperimento di informazioni attraverso le relazioni interpersonali, l’OSINT comprende tutte le attività di acquisizione di dati di dominio pubblico (tramite “fonti aperte”) disponibili e accessibili legalmente grazie all’utilizzo delle moderne tecnologie. Lo sviluppo di Internet e degli odierni dispositivi tecnologici ha prodotto e produce una mole impressionante di dati. Profili social, registri pubblici, immagini, video e quant’altro sono diventati un bacino di informazioni fondamentali al quale un investigatore privato può accedere nel corso di un’indagine.

Infatti, i dati rilevati attraverso il sistema open source consentono ad un’agenzia d’investigazioni di rintracciare indizi ed elementi importanti nel corso di controversie legali. Grazie alle informazioni raccolte, i detective possono tracciare il profilo di un individuo (digital profiling), valutare l’attività di un’azienda, ad esempio in caso di fusione, o la situazione economica e manageriale dei competitor (due diligence).

echo adrotate_group(49);

Nella fase di ricerca un investigatore privato può raccogliere informazioni da svariate fonti, quelle tradizionali (documenti societari, relazioni, ricerche di mercato, riviste specializzate, etc.) ma anche da fonti nascoste, come il deep web. Il deep web rappresenta “il mondo sommerso di Internet” dove è possibile reperire informazioni molto sensibili, considerata la tipologia di contenuti trattati (droga, prostituzione, pedopornografia, etc.). Dal deep web si passa poi al mondo delle relazioni online, che si sviluppano soprattutto sui social network, dove foto, post e video possono costituire indizi non trascurabili. Infine, anche figure professionali esperte in un settore specifico rappresentano una fonte aperta, in quanto sulla base delle proprie conoscenze possono fornire supporto e consulenza.

Tuttavia, il mondo dell’open source è molto vasto. Per questo motivo è particolarmente importante che una volta raccolte le informazioni queste attraversino un processo di selezione fondato sulla rilevanza e attendibilità delle stesse, nonché una fase di analisi che sfrutta l’intuito e l’abilità del detective e il supporto di specifici tool e software in grado di incrociare e valutare i dati. Solo allora, l’agenzia investigativa potrà stilare un rapporto tecnico e accurato valido come prova da presentare in sede giudiziale

echo adrotate_group(50);

StopSecretEventi >>
I prossimi appuntamenti

StopSecretNewsletter
Rimani sempre informato





stopsecret tv media interviste filmati youtubeGli ultimi video


stopsecret eventi seminari workshot serate awards