Sicurezza, l’italiana DroneGuardy è pronta a rivoluzionare il mondo della vigilanza privata


a cura di Redazione
segreteria di redazione

Sicurezza, l’italiana DroneGuardy è pronta a rivoluzionare il mondo della vigilanza privata

Due giovani italiani hanno fondato negli States DroneGuardy, una startup innovativa destinata a stravolgere il comparto della sicurezza privata e della videosorveglianza.


Due fratelli italiani, Simone Russo di 27 anni e la sorella Alessia di 18, sono i fautori di un’idea rivoluzionaria, destinata a stravolgere il settore della sicurezza privata e della videosorveglianza. Nell’agosto scorso, i due giovani hanno dato vita nella Silicon Valley a droneguardy.com, un’app collegata a dei droni pronti ad alzarsi in volo per salvaguardare la sicurezza degli immobili dai tentativi di furto o dalle calamità naturali. Al momento il progetto è in fase di sperimentazione in California, ma in un mese dal suo avvio può già contare sulla collaborazione di 1500 piloti regolarmente iscritti all’Faa (l’equivalente dell’italiana Enac) in grado di fornire copertura territoriale in caso di chiamata.

L’app funziona in modo semplice ed immediato: in caso di urgenza i piloti ricevono una notifica e fanno partire un drone che, in un lasso di tempo molto breve, è in grado di raggiungere qualsiasi luogo (anche il più inaccessibile) e restituire alla centrale operativa o al pilota immagini ad alta risoluzione, da varie angolazioni e in tempo reale di quanto ripreso. Questo strumento apre molte possibilità di sviluppo e rende più veloce il tempo di intervento, sia nell’eventualità di furto o effrazione sia nel caso di un grande incendio o di un terremoto. A fine ottobre, il progetto potrà contare su un primo round di investimenti pari a 250mila dollari. Inoltre, è stato offerto gratuitamente alle forze di Polizia di Los Angeles per testarne l’efficacia.


“Il mercato della sicurezza negli Stati Uniti” ha spiegato Simone Russo “al momento vale 67 miliardi di dollari con una previsione di crescita costante che lo porterà a valere 82 miliardi entro il 2023. Dall’altro lato, l’impatto della criminalità sull’economia americana, con due milioni di furti nelle case ogni anno, pesa un trilione di dollari all’anno. Due dati che ci hanno fatto riflettere: la sorveglianza potenziata da un drone può essere più veloce di qualsiasi guardia di sicurezza privata; ha inoltre un forte effetto deterrente e offre una visuale aerea più completa e efficace”.

Il lancio in Italia è previsto per il 2019.


StopSecretEventi >>
I prossimi appuntamenti

StopSecretNewsletter
Rimani sempre informato





stopsecret tv media interviste filmati youtubeGli ultimi video


stopsecret eventi seminari workshot serate awards