Sicurezza privata, per la prima volta i vigilantes fuori da scuola


a cura di Redazione
segreteria di redazione

Sicurezza privata, per la prima volta i vigilantes fuori da scuola

A Cascina le guardie giurate sorveglieranno l’ingresso e l’uscita degli alunni da scuola: si tratta del primo esperimento di questo genere in Italia


Da maggio Cascina, in provincia di Pisa, offre un servizio di vigilanza privata unico nel suo genere. Il progetto, voluto dall’amministrazione comunale (Lega Nord), si chiama “Sentinelle a scuola” e prevede l’utilizzo delle guardie giurate per sorvegliare l’ingresso e l’uscita da scuola degli studenti. Nello specifico i vigilantes, oltre a presidiare l’istituto, avranno il compito di aiutare i bambini e i genitori ad attraversare la strada nei punti più trafficati, ricoprendo di fatto il ruolo dei vigili urbani.

Il progetto, nato dalla collaborazione tra il Comune di Cascina e l’istituto di vigilanza privata “Corpo Guardie di Città”, rappresenta un nuovo esperimento di sicurezza partecipata sul territorio nazionale. “Si tratta del primo progetto del genere in Italia” ha dichiarato il sindaco Susanna Ceccardi “che permetterà di liberare diverse pattuglie della municipale e destinarle ad altri servizi per la sicurezza dei cittadini sul territorio”. “Abbiamo 28 vigili” ha aggiunto la prima cittadina “più ne abbiamo assunti altri sei a tempo determinato, ma i cascinesi ci chiedono di investire sempre di più in sicurezza e questo è un modo efficace di lavorare sulla cosiddetta sicurezza partecipata”.


“Sentinelle a scuola” segue un altro progetto voluto dall’amministrazione leghista. Si tratta di “Sentinelle di notte”, un piano avviato nel dicembre 2018 e confermato per tutto il 2019, che prevede l’utilizzo delle guardie giurate per vigilare sui beni mobili e immobili del Comune. “Entrambi i servizi di sentinelle” ha sottolineato la Ceccardi “saranno eseguiti da guardie giurate disarmate, selezionate dopo mirati colloqui individuali con il comandante della Polizia municipale di Cascina per valutarne le attitudini e formate attraverso un breve corso. Inoltre, nei primi due giorni di servizio le guardie saranno affiancate dagli agenti della Polizia municipale di Cascina”.

L’iniziativa è stata accolta con favore dai sostenitori dell’amministrazione comunale, ma ha sollevato numerose critiche da parte delle altre fazioni politiche e dalle sigle sindacali della municipale.

StopSecretEventi >>
I prossimi appuntamenti

StopSecretNewsletter
Rimani sempre informato





stopsecret tv media interviste filmati youtubeGli ultimi video


stopsecret eventi seminari workshot serate awards