Banca IFIS chiude l’anno con il botto


a cura di Redazione
segreteria di redazione

Banca IFIS chiude l’anno con il botto
Acquistato un portafoglio da 54,4 milioni di euro.


A poche settimane dalla fine del 2016 Banca IFIS mette a segno un altro acquisto di non-performing assets.

L’istituto ha infatti concluso il 19 dicembre 2016 l’acquisto di un portafoglio di crediti deteriorati derivanti da contratti di fornitura a persone fisiche e piccole imprese per un valore nominale di circa 54,4 milioni di euro corrispondenti a più di 45mila posizioni. Il portafoglio è stato ceduto a Banca IFIS da una delle principali società energetiche in Italia.


“Siamo soddisfatti di aver completato quest’operazione – ha detto Andrea Clamer, responsabile dell’Area Npl di Banca IFIS – “che segna l’ingresso della Banca nel mercato del credito non performing da utilities. Si tratta di un settore che abbiamo osservato a lungo e rispetto al quale abbiamo recentemente implementato alcune novità operative di gestione. Il settore utilities potrà infatti contribuire allo sviluppo del più ampio progetto Banca in ambito Npl, accelerando le curve medie di incasso del portafoglio”.

 

A cura della redazione
© Riproduzione riservata
spacer

Stop Secret Awards
candidati oravota il più amato dalla retediventa sponsorpartecipa alla serta di galaCredit Management & Collection Awards


StopSecretEventi >>
I prossimi appuntamenti

StopSecretNewsletter
Rimani sempre informato





stopsecret tv media interviste filmati youtubeGli ultimi video


stopsecret eventi seminari workshot serate awards