NPL: Quando il recupero compromette la recuperabilità


a cura di Redazione
segreteria di redazione

Due Diligence importante strumento da utilizzarsi nella fase antecedente l’acquisto dei crediti


Il mercato dell’NPL italiano secondo le stime è in forte crescita; gli esperti stimano un volume delle cessioni di portafogli non core, tra performing e non performing, superiore ai 20 miliardi di euro.
In questo contesto occorre riporre grande attenzione nella gestione delle informazioni, per ottimizzare la resa degli acquisti; in quest’ottica la Due Diligence, letteralmente definibile come “dovuta diligenza”, “attenzione particolare” o come ampliamente la definiscono gli anglosassoni “financial investigation”, è uno strumento in grado di offrire un rapporto chiaro e dettagliato circa una fattispecie di crediti.

Avere a disposizione una stima attendibile dell’indice di recuperabilità delle posizioni oggetto della Due Diligence, è la discriminante per la scelta di acquisizione e per ottimizzare la negoziazione sul prezzo del lotto.
Il Bollettino Statistico di Banca d’Italia pone in evidenza un sistema bancario nel quale l’approccio alla valutazione per l’allocazione del credito non è evidentemente stato efficace. Il portafoglio NPL sconta infatti le vischiosità del processo di generazione stessa dei Non Performing Loans.

Pertanto l’attività di Due Diligence è ineludibile, e deve avvenire a due livelli:
1. «pulizia» dei dati

2. «pulizia» del processo


Fattori critici di successo: il processo vale più del portafoglio

«Pulizia» dei dati:
a) La manutenzione della Banca Dati Anagrafiche
b) Lo stato di aggiornamento delle Banche Dati pubbliche

«Pulizia» del processo:
a) Le logiche di clusterizzazione
b) L’analisi dei dati

La Due Diligence è un importante strumento da utilizzarsi nella fase antecedente l’acquisto dei crediti, come importante processo di analisi finalizzato all'inquadramento dei crediti medesimi, e alla loro valutazione prima di acquisirli.

Business Defence, consapevole che un'analisi statica non sia sufficiente, ha studiato un servizio denominato BD DUE che ha come obiettivo quello di fornire un indice di recuperabilità del lotto (IDR), basato sull'analisi di un campione rappresentativo di posizioni.

L'IDR è il risultato dell'analisi di numerosi studi e statistiche sul recupero crediti, che vengono incrociati attraverso lo sviluppo di alcuni elementi significativi del campione fornito, tra cui:

  • Bonifica Anagrafica
  • Verifica Negatività
  • Verifica Proprietà Immobiliari
  • Verifica Posto di Lavoro

I crediti del campione vengono ripartiti sia in base al numero di negatività riscontrate, alla loro storicità ed importi, alla presenza di eventuali proprietà immobiliari, nonché all'esattezza dei dati anagrafici, all'esistenza in vita per le persone fisiche o alla sussistenza attuale per le giuridiche, e alla localizzazione geografica. In questo modo è possibile eseguire una mappatura degli output e clusterizzare i crediti attribuendo ad ognuno di essi un indice di negatività. Al termine dell’analisi dei dati raccolti, viene espresso un punteggio che indica le probabilità di recupero crediti del lotto: nulle, scarse o buone a seconda dell’indice di negatività riscontrato.

Grazie a BD Due, la decisione riguardo agli NPL potrà avvenire più serenamente e consapevolmente.

A cura di BD Business Defence S.r.l. – www.businessdefence.it
Articolo Pubbliredazionale

Iscriviti all’evento PRESENTAZIONE     ISCRIVITI     PROGRAMMA      DIVENTA PARTNER     LOCATION


StopSecretEventi >>
I prossimi appuntamenti

StopSecretNewsletter
Rimani sempre informato





stopsecret tv media interviste filmati youtubeGli ultimi video


stopsecret eventi seminari workshot serate awards