Il ruolo del criminologo nell’attività investigativa


a cura di Redazione
segreteria di redazione

Il ruolo del criminologo nell’attività investigativa

La figura del criminologo comprende competenze specifiche che spaziano dalla psicologia alla biologia fino all’informatica forense e hanno come sbocco principale l’attività investigativa


Nonostante non esista un Albo di riferimento per il criminologo, questa figura vanta una discreta versatilità e una serie di competenze che possono trovare molti sbocchi professionali. La criminologia infatti è una disciplina “pragmatica” che si basa sull’osservazione e sullo studio a campione ed individuale dei fenomeni criminali. Questa attività coinvolge per intero il mondo del crimine e ha come finalità “la prevenzione e la repressione dello stesso, nonché la rieducazione e il sostegno psicologico delle vittime del reato, tra cui il reo”. Per questo motivo si parla di “criminologo specializzato”, in quanto comprende una serie di competenze che spaziano dalla biologia forense alla medicina legale, dal giuridico alla psicologia, dalla grafologia giudiziaria all’informatica. Sulla base della propria specializzazione quindi il criminologo può trovare l’occupazione più congeniale alla sua formazione professionale.

Uno dei principali sbocchi lavorativi del criminologo riguarda l’attività investigativa. Il criminologo può collaborare a livello procedimentale con l’Autorità giudiziaria, le Forze dell’ordine o gli avvocati “per coadiuvare l’attività di indagine in ordine all’accertamento della verità del fatto di reato”. La collaborazione con questi soggetti si concretizza in diversi modi, come ad esempio la consulenza relativa al criminal profiling, oppure la lettura del linguaggio del corpo, le tecniche di conduzione di un interrogatorio e l’investigazione scientifica. Nel corso di un processo i dati raccolti dal criminologo servono per stabilire la colpevolezza o meno dell’imputato. Per quanto riguarda l’attività investigativa inoltre il criminologo può rivelarsi utile anche in fase di ricerca, prevenzione del crimine e tutela dei diritti fondamentali della persona in qualsiasi procedimento giudiziario, dalle cause civili a quelle penali.


L’operato del criminologo però non si estingue solamente con la mera attività investigativa, ma comprende anche la fase di esecuzione della pena. In questo caso, le competenze in ambito psicologico ed educativo si rivelano fondamentali per seguire il condannato nel suo percorso di estinzione della pena e rieducarlo successivamente alla vita fuori dal carcere. Infine, il criminologo può trovare uno sbocco professionale anche nel settore della sicurezza urbana, con l’obiettivo di creare e gestire progetti per la sicurezza del territorio e dei suoi abitanti, in termini di prevenzione della criminalità, eliminazione delle condizioni di esclusione sociale e promozione della legalità.

StopSecretEventi >>
I prossimi appuntamenti

StopSecretNewsletter
Rimani sempre informato





stopsecret tv media interviste filmati youtubeGli ultimi video


stopsecret eventi seminari workshot serate awards