Investigazioni private: alcune indicazioni


a cura di Redazione
segreteria di redazione

Investigazioni private: alcune indicazioni
Alcune interessanti considerazioni sulle possibilità dell’investigatore che lavora per un’azienda e per un supermercato.


Quello dell’investigatore è un lavoro che coinvolge diversi ambiti e che chiama spesso in causa normative molto complesse da rispettare e si scontra talvolta con gli statuti vigenti.
Per dipanare alcuni dubbi, di seguito riporto due domande che mi sono state poste dagli investigatori privati:


È possibile filmare sul luogo di lavoro il lavoratore che commette dei reati in danno al Titolare dell’azienda?  
Sì è possibile, per l’investigatore privato munito di regolare licenza, farlo anche in maniera occulta in quanto ancorché l’art. 4 dello statuto dei lavoratori (L.300/1970) prevede che è vietato l’uso di impianti audiovisivi e di altre apparecchiature per finalità di controllo a distanza dell’attività dei lavoratori, la Suprema Corte di Cassazione afferma costantemente che i “controlli difensivi”, ovvero quelle riprese video volte alla salvaguardia dei diritti del Titolare dell’azienda, sono ammessi perché di pari rango rispetto al diritto del lavoratore.  

Mi è stato richiesto, da un grande supermercato, se posso prestare un servizio di antitaccheggio che fermi le persone alle casse in caso in cui si appropriano di merce dagli scaffali a seguito di accertamenti occulti da parte di collaboratori dell’agenzia. Posso accettare l’incarico?
L’investigatore privato non può svolgere tale attività in quanto demandata esclusivamente agli istituti di Vigilanza i quali potranno eseguirla sono con proprie guardie giurate in divisa o in borghese ma con il distintivo esposto, in quest’ultimo caso se autorizzati dalla competente Questura. Non potranno quindi, neanche gli istituti di Vigilanza, eseguire il mandato conferito in maniera occulta ovvero come richiesto dal suo committente. L’investigatore potrà unicamente raccogliere le informazioni che attengono ai motivi degli ammanchi e poi, al termine dell’indagine, riferirlo alla cliente.

Di Roberto Gobbi
© Riproduzione riservata


StopSecretEventi >>
I prossimi appuntamenti

StopSecretNewsletter
Rimani sempre informato





stopsecret tv media interviste filmati youtubeGli ultimi video


stopsecret eventi seminari workshot serate awards